Viaggio fotografico – Turchia medio orientale

30 SETTEMBRE-7 OTTOBRE 2022

La Turchia è una nazione a cavallo tra l’Europa Orientale e l’Asia Occidentale, le cui radici culturali affondano nell’Antica Grecia, nella Persia e negli Imperi romano, bizantino e ottomano. Sarà un viaggio alla ricerca delle nostre stesse radici, nove giorni in Mesopotamia, lungo il confine siriano-iracheno dove la culla della civiltà ci porta indietro di oltre 11.000 anni.

Fotoreporter professionisti saranno al vostro fianco e a vostra disposizione pronti a supportarvi e a condividere con voi nozioni e consigli con i quali potrete migliorare da subito i vostri scatti. Avere il supporto tecnico di un fotoreporter professionista, abituato da sempre a raccontare sensazioni ed emozioni direttamente sul campo, va ben oltre le esperienze fatte durante un normale viaggio turistico. Avrete la possibilità di affinare la vostra fotografia e cercare lo scatto perfetto. Le vostre fotografie saranno un vero reportage, un racconto preciso e puntuale della vostra avventura. Lo spirito di un gruppo unito dalla comune passione per la fotografia e le forti esperienze alle quali prenderete parte renderanno il vostro viaggio indimenticabile. Cercheremo il contatto con le persone che vivono nei luoghi da noi visitati perché solo attraverso il contatto con la gente si può capire un Paese.

GIORNO 1

Arrivo a Sanliurfa.

Trasferimento in Hotel.

Pernottamento a Urfa.

 

GIORNO 2

Gobekli Tepe

Visita del sito archeologico di Gobekli Tepe, risalente al periodo neolitico con i resti del più antico tempio in pietra della storia datato all'incirca al 9500 a.C.. Si prosegue con il Museo Archeologico di Sanliurfa con alcune delle più belle collezioni del paese. A seguire visita al Museo dei Mosaici di Haleplibahce prima di continuare con i laghi Balikli Gol e Ayn Zeliha Gol e la Moschea di Rizvaniye; si narra che il re Nemrut abbia gettato Abramo nelle fiamme e che Dio lo abbia salvato trasformando le fiamme in acqua e la legna in pesci, creando in questo modo il lago di Halil-ul-Rahman. Pernottamento a Urfa.

 

GIORNO 3

Harran, Urfa e la Pozza del Pesce Sacro

Dopo colazione continua il nostro viaggio nella storia più antica di questa regione della Mesopotamia. Si inizia con le caratteristiche e antiche abitazioni ad alveare di Harran, cittadina menzionata anche nella storia biblica di Abramo; si visiteranno la fortezza, le mura e i cancelli prima di proseguire verso Akcakale e il confine siriano. Dopo pranzo il tour continua per Urfa, città di antichissime origini e dai retaggi greco, armeni, bizantini, arabi e curdi. Prima tappa è presso la famosa Pozza del Pesce Sacro che fa parte della storia di Abramo e il cui specchio d’acqua è all’interno del giardino della Moschea di Halil- ur-Rahman. Si prosegue con una passeggiata per i bazaar del centro città tra cui Bakircilar Bazaar, Sipahi Bazaar e Gumruk Han, un antico caravanserraglio del periodo ottomano; ci sarà anche tempo per sedersi per un caffè o un thè. Pernottamento a Urfa.

 

GIORNO 4

I Monasteri di Mardin e Mydiat

Dopo colazione si parte per un tour alla scoperta di Mardin. Lungo il tragitto si passerà per Dara, la Efeso della Mesopotamia, un importante centro sulla via della seta. Partenza per Mardin, la città fortezza del sud est turco con le sue caratteristiche case costruite con pietra color oro e arroccate sulle pendici di una montagna. Qui si visiteranno la Grande Moschea risalente al periodo selgiudiche e la Chiesa dei 40 Martiri del VI secolo costruita per i figli di un comandante siriaco che li uccise per essersi convertiti al cristianesimo. Si prosegue con il Museo di Sakip Sabanci che illustra l'antica storia e la cultura di Mardin. Visitermo poi la Madrasa di Zinciriye Madrasah, costruita nel 1385, un vero e proprio simbolo della città. Prima di rientrare in hotel, passeggiata per il caratteristico centro storico. Pernottamento a Mardin.

 

GIORNO 5

I Monasteri di Mydiat

Colazione in hotel. Il nostro tour di oggi parte con la Madrasa di Kasimiye del periodo artuchide, la più grande struttura architettonica di Mardin che guarda sulla pianura mesopotamica. Partenza per Midyat, il centro dell’enclave siriaco del sud est della Turchia; passeggiando per i suoi antichi vicoletti e le tradizionali abitazioni, si farà tappa presso il Monastero Deyrulumur e il Monastero di Dayrod Mor Gabriel (il monastero di San Gabriele), il più antico monastero siriaco-ortodosso al mondo: fondato nel 397 d.C., è ancora oggi attivo e aperto al pubblico. Nel centro di Midyat si trovano il Midyat Konuk Evi e il Geluska Han, un caravanserraglio restaurato di recente. Dopo aver dato un'occhiata al Mercato di Telkari Silver famoso per la sua gioielleria in argento, si farà tappa presso la Suryani Wine House dove si potrà provare uno dei pregiati vini locali. Dopo una passeggiata per il centro storico, rientro a Mardin. Pernottamento a Mardin.

 

GIORNO 6 E 7

Le teste del Monte Nemrut e l'antico Regno dei Commagene

Si parte per il Monte Nemrut con sosta lungo il percorso ad Halfeti, una tranquilla cittadina sull'Eufrate una parte della quale è sott'acqua a causa della costruzione di una diga. Dopo un giro in barca per Rumkale e una visita alla sua antica fortezza si procede per Nemrut visitando la cittadina di Adiyaman. Pernottamento a Kahta.

Il giorno successivo, all'alba si salirà sul Monte Nemrut, tra le grandi teste di statue del Regno di Commagene, per assistere ad uno dei più bei panorami del mondo. Si procede con il Tumulo di Karakus, una tomba monumentale della famiglia reale dei Commagene, per poi passare sul Ponte di Cendere, uno dei più antichi rimasti intatti ad oggi. A seguire, visita dell'antica città di Arsemia, la capitale amministrativa del Regno dei Commagene. Pernottamento a Kahta.

 

GIORNO 8

Arrivederci Turchia 

Colazione in hotel. Trasferimento all'aeroporto di Adiyaman.

Rientro a Roma.